19 Ottobre 2011
LE ELEZIONI NEL CONSORZIO DI BONIFICA TIRRENO REGGINO SONO REGOLARI

Una posizione che  sconcerta quella espressa con toni già di sentenza definitiva e quasi di “scoop” da Confagricoltura e Cia sulle elezioni del Consorzio di Bonifica Tirreno reggino con sede a Rosarno che ha visto trionfare programmi e lista Coldiretti.  Ma - si chiede Coldiretti- non è stato il Commissario del Consorzio avv. Valenzise, tra l’altro candidato nella lista che invoca presunte irregolarità ed anche eletto, a preordinare e formulare gli atti che hanno consentito lo svolgimento delle elezioni? Atti e procedure tra i quali il Regolamento Elettorale tutti condivisi dalla Consulta– continua Coldiretti – peraltro trasmessi a norma della Legge Regionale 11/2003 e tutti approvati dalla Commissione di Controllo sugli Atti dei Consorzi di Bonifica istituita presso il Dipartimento Agricoltura. Se non ha interessi speculativi nascosti –precisa Pietro Molinaro Presidente Coldiretti Calabria – sia lo stesso Commissario uscente a stroncare sul nascere illazioni, altrimenti dobbiamo constatare che non vi è da parte sua imparzialità e  indipendenza nei comportamenti bensì motivazioni sicuramente non nobili. Anzi, sia il Commissario a pagare di tasca sua le spese tutte le spese che potranno essere affrontate. Il quadro dei riferimenti alle presunte irregolarità, sanno bene quelli dell’altra lista –continua Coldiretti – che sono pretestuose e tra l’altro oltraggiano quello che è stata la chiara volontà popolare nell’esercizio di un diritto democratico più volte da loro ostacolato e sempre auspicato e richiesto da Coldiretti Calabria.